Alte Marche Altra Musica

Alte Marche Altra Musica – Chiusa con un bilancio positivo la seconda edizione del Festival delle Aree Interne

È stato un percorso entusiasmante quello realizzato dalla seconda edizione del Festival Alte Marche, che ha unito con i suoni e le armonie della musica del mondo alcuni dei luoghi più belli delle terre d’Appennino tra le province di Pesaro Urbino e Ancona. Luoghi, come si è sottolineato al momento della presentazione, che sono realmente delle gemme turistiche poco conosciute che il festival ha nuovamente saputo valorizzare mettendo in campo passione e creatività.

Alte Marche Altra Musica
Cagli – 5 agosto 2019 – Qwanqwa

Il pubblico ha capito lo spirito del progetto, seguendo le tappe dell’itinerario con occhi, orecchie e cuori aperti, cogliendo la bellezza di luoghi e musiche. Un pubblico che è decisamente cresciuto rispetto alla prima edizione e che si è mano a mano fidelizzato, partecipando a molti dei concerti in programma e dimostrando apprezzamento per la proposta direttamente ai concerti e anche sui social, dove ad esempio il video di presentazione del festival ha raccolto quasi 42.000 visualizzazioni su Facebook.

Alte Marche Altra Musica
Serra Sant’Abbondio – 6 agosto 2019 – Marco Mezquida

Il cartellone ufficiale del Festival comprendeva undici appuntamenti musicali che hanno preso ispirazione da culture musicali diverse e ricche di fascino, con musicisti per la maggior parte di giovane età.

Alte Marche Altra Musica
Sassoferrato – 7 agosto 2019 – Simone Zanchini

Si è partiti dai ritmi etiopici dei Qwanqwa, che hanno scatenato la piazza di Cagli, per proseguire con il talento di Marco Mezquida che con il suo pianoforte ha incantato il pubblico di Serra Sant’Abbondio. Per il primo concerto in provincia di Ancona, a Sassoferrato, si è esibito un altro grande solista: il mago della fisarmonica Simone Zanchini, sempre in tensione tra modernità e tradizione, mentre al Castello di Frontone si è vissuto un vero e proprio rito musicale officiato dallo sciamano dell’Africa Nera, Arsene Duevi.

Alte Marche Altra Musica
Frontone – 9 agosto 2019 – Arsene Duevi

Di castello in castello, a Piobbico nella corte interna dell’antica residenza dei Conti Brancaleoni il trio Egli Fitzgerald ha deliziato l’uditorio con brani della grande tradizione jazz; la stessa formazione il giorno successivo ha accompagnato la vocalist Nicoletta Tiberini a Cantiano in un concerto dedicato all’era dello swing degli anni ’20.

Alte Marche Altra Musica
Piobbico – 10 agosto 2019 – Egli Fitzgerald

Ad Acqualagna gli echi del Mare Nostrum sono stati interpretati dalla chitarra di Giovanni Seneca con la grande voce di Anissa Gouizi, in un’affascinante navigazione tra i suoni del Mediterraneo, mentre ad Apecchio il Palazzo Ubaldini ha fatto da scrigno per il jazz vocale del quintetto di Chiara Raimondi, artista nata in provincia di Pesaro Urbino che oggi ha la sua base ad Hannover. Chiusura in provincia di Ancona, ospitati dal Chiostro di San Francesco nel cuore di Arcevia, dove le melodie del tango sono state rilette in modo nuovo e affascinante dal trio del giovane talento Aureliano Marin.

Alte Marche Altra Musica
Cantiano – 11 agosto 2019 – Western Swing

Interesse di pubblico e sui canali social, hanno riscosso i concerti al fiume, improvvisati e senza calendario preciso, con tre momenti nei comuni di Frontone, Serra S. Abbondio e Cantiano. Sono stati veri e proprie occasioni di incontro tra la musica acustica e la natura che hanno deliziato i fortunati partecipanti.

Alte Marche Altra Musica
Acqualagna – 12 agosto 2019 – Mediterraneo Battente

È quindi grande la soddisfazione di tutto lo staff organizzativo, a partire dal Presidente dell’Unione Montana Catria e Nerone, Alberto Alessandri, che ha promosso il festival, e dei sindaci dei nove comuni coinvolti: Acqualagna, Apecchio, Arcevia, Frontone, Piobbico, Sassoferrato e Serra Sant’Abbondio. Soddisfatto anche Saul Beretta direttore creativo di Musicamorfosi, che anche in questa occasione ha voluto portare proposte musicali da tutto il mondo nelle Aree Interne del Pesarese e dell’Anconetano per realizzare uno scambio di energie culturali: una sfida riuscita.

Alte Marche Altra Musica
Apecchio – 13 agosto 2019 – Sospesa

La seconda edizione di Alte Marche mette all’attivo anche interessanti collaborazioni come quella con Urbino Jazz Club, con il quale si sono co-prodotti tre concerti, e con diverse iniziative e manifestazioni locali.

Alte Marche Altra Musica
Arcevia – 14 agosto 2019 – Aureliano Marin Trio

Il ringraziamento va a tutti coloro che hanno sostenuto e collaborato in vario modo al Festival e a tutto il pubblico che ha partecipato.

La documentazione fotografica e video di questi appuntamenti si trova sulla pagina Facebook Alte Marche.

L’appuntamento per tutti è prossima edizione Festival.

Promosso da Unione Montana del Catria e Nerone e dalla rete “Asili d’Appennino – Le dimore delle Creatività nelle Alte Marche”.

Con il contributo dei Comuni di Acqualagna, Apecchio, Arcevia, Cagli, Cantiano, Frontone, Piobbico, Sassoferrato, Serra Sant’Abbondio.

Con il patrocinio dell’Assemblea Legislativa della Regione Marche e della Provincia di Pesaro Urbino.

In collaborazione con Urbino Jazz Club – Urbino Plays Jazz Around.

Con il sostegno di Hera e il contributo di ProHelvetia e Istituto Baleari

Il festival ha la direzione creativa di Saul Beretta ed è prodotto da Musicamorfosi.

Info: www.altemarche.it

Foto di Elena Passoni.

Annunci

Stefano Paci – La misura della giusta distanza alla Galleria Cloister di Ferrara

Si inaugura mercoledì 10 gennaio “La misura della giusta distanza” la mostra di Stefano Paci alla Galleria Cloister di Ferrara. In mostra verrano esposte sei tele di grande formato (cm. 250×160) ed una quindicina di disegni a china, pastello e carboncino realizzati su carta per Artisti Fabriano di diverso formato.

Le tele rappresentano una sintesi del lavoro fatto a Cipro nel periodo compreso tra il 2012 e il 2015, e vengono dalle raccolte “Conserve” e “No Relation”. I disegni fanno parte della raccolta “A Pennino”, realizzati tra il 2013 e il 2016 sempre a Cipro, dove l’artista ha vissuto a lungo.

 La presentazione di Angelo Andreotti

Attrae l’attenzione, con una gravità che è legge soltanto dello sguardo, quello spazio compreso tra due masse sospese in un improbabile equilibrio. Spazio lasciato o spazio trovato? La differenza fa differenza. Indica due percorsi distinti. Forse è anche spazio misurato, ma l’unità di misura è incalcolabile. Qui l’unità di misura non è una parte che compone l’insieme, piuttosto è l’insieme che si determina nelle sue parti. E l’unità è quello spazio, sottile, quasi la membrana di un “niente” che impedisce il contatto.

Il quadro non dice, il quadro espone, ed espone l’interiorità di Stefano chiamando fuori la nostra. Il quadro è quello spazio “tra” Stefano e noi, e quindi ciò che avevo pensato come un “niente” in realtà è un “tutto”, e ciò che avevo considerato come impedimento a un contatto in realtà è dove accade il contatto, come fosse lo spazio di due sguardi che si toccano l’un l’altro o, se vogliamo, lo spazio nudo che consente a due mani di toccarsi e, nella reciprocità, di sentirsi toccati. Né attrazione, né repulsione. Neppure immobilità perché, se guardi bene, se ti metti alla giusta distanza e non t’imponi sul quadro, potrai in quell’interstizio sentire una tensione.

Se quello spazio non ci fosse, e le forme si toccassero (si uni-formassero) veramente allora verrebbe meno quel sottile luogo che consente la differenza, la diversità, l’alterità, e di conseguenza la possibilità vera di una relazione. La misura è fondamentale, ma è l’insieme a chiederla, di volta in volta, di caso in caso. Il quadro è lì, e anche ciò che consente l’esistenza di un io e un tu, di me che guardo il quadro, di Stefano che guardando il quadro vede in esso un altro sé. E sempre a generare valore è la giusta distanza.

Noi siamo lì.

Angelo Andreotti

 

Stefano Paci – Breve profilo

Stefano Paci vive e lavora a Fano, nelle Marche. È da poco rientrato in Italia dopo una lunga permanenza di oltre 15 anni a Cipro.

Ha realizzato varie esposizioni personali ed eventi culturali tra i due paesi. Ultima iniziativa una collaborazione con diversi artisti dell’area mediterranea, realizzata nell’ambito delle manifestazioni del programma per “Pafos – Capitale europea della cultura 2017”.

Le più recenti esposizioni:

“No relation” 50 plin 1 Gallery Limassol 2011-2012

“A pennino” Palazzo del Duca Senigallia 2013

“A pennino” Gloria Gallery Nicosia 2014

“Acrilici” Gloria Gallery Nicosia 2015

Pubblicazioni

“Cronovideografie” Provincia di Pesaro-Urbino – Catalogo Marfin Laiki Bank Nicosia – Catalogo Collezione di stato Nicosia – “Kavafis Poems” Nicosia

 

Informazioni

Orari: 9.00-19.30 (domenica chiuso)

Galleria Cloister – Telefono: 0532 210698 – Galleria Cloister

Stefano Paci – email: amilcares87@gmail.com

Scolpire in Piazza – Sant’Ippolito (PU) dal 20 al 28 luglio 2013

Scolpire in Piazza 2013 - Sant'Ippolito PU

Scolpire in Piazza” arriva alla 14a edizione rinnovando l’impegno nell’ambito della scultura contemporanea, resistendo alle difficoltà che segnano questo particolare momento e confermando  Sant’Ippolito nel ruolo di polo artistico provinciale.

Una sfida che Amministrazione Comunale di Sant’Ippolito, assieme alla Pro Loco, continua a condurre con la stretta collaborazione delle Associazioni e delle attività economiche del territorio e con il contributo degli Enti Pubblici.

Scolpire in Piazza ha ottenuto anche quest’anno il riconoscimento ufficiale di “Manifestazione artistica di interesse regionale” da parte della Regione Marche e continua ad essere uno degli eventi artistici inseriti nello SPAC Sistema Provinciale Arte Contemporanea di Pesaro e Urbino.

Quest’anno sono stati selezionati tre scultori che lavoreranno per nove giorni di residenza artistica nel Cantiere di Scultura a Sant’Ippolito. Gli scultori sono: Sestilio Burattini, Mauro Antonio Mezzina e Pietro de Scisciolo. Tre artisti di lunga esperienza che hanno realizzato opere pubbliche in tutta Italia. I tre progetti sono interessanti esempi di utilizzo della pietra arenaria in accostamento con altri materiali.

Tra le iniziative artistiche in programma vanno segnalate anche le mostre allestite presso la BiblioS – Biblioteca di Sant’Ippolito, che a poco più di un anno dalla sua inaugurazione ha già acquisito un ruolo come contenitore culturale a servizio del territorio.

In primis la mostra personale di Paolo Tosti dal titolo “Archeologie” è un’interessante selezione di sculture e disegni riferiti all’ultima ricerca dell’autore sull’archeologia urbana ed industriale. Paolo Tosti dal 1992 espone in mostre personali e collettive, partecipando a simposi internazionali di scultura e ad  alcune delle principali fiere di arte contemporanea italiane. È  docente di discipline plastiche al Liceo Artistico di Fano (pu), dove vive e lavora.

Si apre lo sguardo sulla creatività giovanile con la selezione di Opere degli allievi dei Corsi di Scultura delle Accademie di Belle Arti di Urbino e Macerata, uno spazio sempre gradito dal pubblico di Scolpire in Piazza. La mostra giunta alla sesta edizione, è realizzata in collaborazione con le due Accademie, che di anno in anno presentano lavori che valicano i confini tradizionali della scultura, sperimentando nuove modalità di espressione. Alla mostra è collegata l’attribuzione di due assegni di studio agli studenti (uno per ogni Accademia) che hanno realizzato le opere migliori.

Nel Parco Scolastico di Sant’Ippolito sarà visibile anche una particolare video-installazione dal titolo “Natural Memories – Divagazioni Positive” a cura di Bobo e Giova, con alcuni grandi blocchi di pietra che diventano schermo per una video-proiezione dedicata all’occhio e alla vista.

Da ricordare ancora tutte le proposte della sezione denominata “Artisti e Artigiani a Sant’Ippolito” dove, oltre agli scalpellini santippolitesi Natalia Gasparucci, Dario Battistoni e Filippo Ferri, si potranno trovare mostre fotografiche, lavori di tessitura al telaio, maioliche decorate e una particolare installazione tessile nata da un progetto collettivo.

Nell’edizione 2013 Scolpire in Piazza ha stretto un rapporto di collaborazione con il Comune di Acqualagna che allestirà, nel centro storico di Sant’Ippolito, uno spazio dedicato al design e alla lavorazione artistica della pietra e con il quale è in programma la prossima realizzazione di un convegno sulla lavorazione della pietra.

Curata come sempre anche l’accoglienza per il pubblico che a Sant’Ippolito troverà un ricco programma di eventi spettacolari per trascorrere un week end fra arte, spettacolo e gastronomia. Sabato in programma il “jazzcircus” dei Brassvolè, formazione che porta da anni la musica e lo spettacolo nelle vie e nelle piazze di tutta Europa. Domenica si inizia la serata con i Valentino Bros, duo votato al culto della musica dei favolosi anni 50, riletta in modo ironico e divertente, per poi scatenarsi con il concerto-show dei , una formazione marchigiana nota in tutta Europa per la sua capacità di costruire bizzarri strumenti musicali con materiali di riciclo alla ricerca di timbri e nuove sonorità.

——————————————————————-

Scolpire in Piazza – Residenza Artistica • Scultura su pietra arenaria

14a Edizione – Sant’Ippolito (PU) dal 20 al 28 luglio 2013

Programma completo

Sabato 20 luglio
• Ore 9.00
Apertura del Cantiere di Scultura – Parco Scolastico
• Ore 16.30
Apertura mostre
Biblios – Biblioteca Comunale di Sant’Ippolito
– Selezione dei lavori delle classi di scultura delle Accademie di Belle Arti di Urbino e Macerata.
– “Archeologie” Sculture – Paolo Tosti.

Sabato 27 luglio

dalle ore 19.00 – Centro storico
• Cena con specialità enogastronomiche di qualità del Paese degli Scalpellini
• Osteria Gustitalia
• Artisti e artigiani a Sant’Ippolito

“A forma di sasso” Laboratorio di didattica dell’arte per bambini tra i 3 e i 12 anni.
Uno spazio per la creatività con attività dedicate all’esplorazione e alla scoperta delle diverse caratteristiche di sassi e pietre che diverranno il punto di partenza per la realizzazione di sculture colorate, ritratti e oggetti magici  attraverso l’uso di differenti tecniche artistiche.
A cura dell’Associazione Culturale “Senza Titolo”

• ore 21.00
Brassvolé
Sedicenti inventori del “jazzcircus”, i Brassvolé sono una piccola orchestra acustica che esplora mondi sonori variopinti e multiformi. Una spericolata combinazione tra Jazz e improvvisazione, ritmi del sud e melodie d’oriente, avanguardie futuristiche e atmosfere da palcoscenico. Libertà del jazz ed energia del punk per un concerto travolgente.

Domenica 28 luglio

dalle ore 18.30 – Centro storico
Consegna degli attestati di partecipazione a Scolpire in Piazza e degli assegni di studio agli allievi delle Accademie selezionati.

• Cena con specialità enogastronomiche di qualità del Paese degli Scalpellini
• Osteria Gustitalia
• Artisti e artigiani a Sant’Ippolito

“A forma di sasso” Laboratorio di didattica dell’arte per bambini tra i 3 e i 12 anni.
A cura dell’Associazione Culturale “Senza Titolo”

• ore 20.45
The Valentino Bros
Due musicisti dediti al culto della musica dei favolosi anni 50, riletta in modo ironico e divertente.

• Ore 22.00
Riciclato Circo Musicale
Costruiscono gli strumenti musicali con materiali di recupero alla ricerca di timbri e nuove sonorità. Tra i rifiuti hanno trovato di tutto e man mano che cambiano le tecnologie, cambiano i loro strumenti: Controbarattolo, Olifante, Racchetta Elettrica, Tamburitubi, Barattolerio, Bassolardo, Cassetterio, Medusa. Nel nuovo “ElettroDomestica tour” hanno inserito elettrodomestici dalle sorprendenti sonorità: Spazzolino Elettrico, Spremitoner, Cappucinatore, VignaroloPhon. Lo spettacolo è un crescendo di suoni e di emozioni e termina distribuendo centinaia di strumenti al pubblico formando una vera e propria orchestra.

—————————————————————————————-

Artisti e Artigiani a Sant’Ippolito

  • La bottega e le sculture di Natalia Gasparucci.
  • Le sculture di Filippo Ferri.
  • Le sculture di Dario Battistoni.
  •  “Every day in life” Mostra fotografica di Marco Michelini.
  • “Il nostro giardino” installazione a cura delle donne di Barchi e Sant’Ippolito – Progetto coordinato da Maria Vignolo.
  • “Natural Memories – Divagazioni Positive” video-installazione a cura di Bobo e Giova.
  • I lavori di tessitura su telaio di Diane Roch Magrini e delle allieve del Corso di Tessitura.
  • Le maioliche decorate per arredo e illuminazione di Gloria Villanelli.
  • Le foto artistiche di Ylenia Gasperini.
  • Laboratorio ed esposizione degli allievi del XXI corso per la lavorazione della pietra arenaria.
  • Laboratorio ed esposizione degli allievi del Corso di scultura della Scuola Secondaria di Primo Grado di Sant’Ippolito.

—————————————————————————————-
Pietra d’autore

  • Spazio dedicato al design e alla lavorazione artistica della pietra, a cura del Comune di Acqualagna, partner di Scolpire in Piazza 2013.

—————————————————————————————-

Le mostre

  • Selezione dei lavori delle classi di scultura delle Accademie di Belle Arti di Urbino e Macerata.
  • “Archeologie” Sculture – Paolo Tosti.

BiblioS Biblioteca Comunale di Sant’Ippolito – Viale Leopardi, Sant’Ippolito
Orari
Dal 20 al 26 luglio 2013, dalle ore 16.30 alle 19.30.
Il 27 e 28 luglio, dalle ore 17.00 alle 23.00.

—————————————————————————————-

Cantiere di Scultura – Residenza Artistica

Scultori in residenza

Parco Scolastico di Sant’Ippolito
Da sabato 20 a domenica 28 luglio 2013
Orario di lavoro degli artisti: dalle 9.00 alle 18.30

—————————————————————————————-

Parole di Stagione Montemaggiore al Metauro

Una parola per ogni stagione a Montemaggiore al Metauro

Parole di Stagione Montemaggiore al Metauro

Inizia il 21 giugno 2013 il progetto culturale e poetico “Parole di Stagione”, patrocinato dal Comune di Montemaggiore al Metauro. L’iniziativa nasce per dare un piccolo contributo ad un pubblico che desidera ripensare le “parole” più comuni del nostro dire quotidiano. Una riflessione che vuole guidare ad una comprensione più profonda del loro significato, sollecitando a prendersi cura di queste parole  per potersene servire non più come soli strumenti sordi oramai al loro significato originario ma beneficiare della “saggezza” e “sapienza” che da esse possono scaturire.

Prendersi “cura” delle parole è prendersi cura dei timori e degli affanni della presente “condizione” dell”uomo.

Il primo appuntamento, previsto per le 20.52 all’ora del tramonto nel giorno del solstizio d’estate nella Pineta di Montemaggiore al Metauro, sarà incentrato su alcune poesie di Martin Heidegger.

A presentarle al pubblico saranno Katia Migliori, voce poetante, Stefania Paterniani, cantrice e pianoforte e Antonella Sabatini, manufatto.

I prossimi appuntamenti del progetto “Parole di Stagione” sono previsti il 21 settembre 2013 (equinozio d’autunno) con la parola Linguaggio; il 21 dicembre 2013 (solstizio d’inverno) con la parola Arte e il 21 marzo 2014 (equinozio di primavera) con la parola “Libertà”.
Comune di Montemaggiore al Metauro
Piazza Italia 11 – 61032 Montemaggiore al Metauro PU
E mail: comune.montemaggiore@provincia.ps.it – tel. 0721 895312

Le Biblioteche dei Colli del Metauro formano lettori volontari

BiblioS Biblioteca Sant'Ippolito PUIl Sistema Bibliotecario CoMeta propone una nuova iniziativa per la promozione della lettura ad alta voce. Prenderà il via nel prossimo mese di aprile un corso per lettori volontari promosso e realizzato con il contributo della Provincia di Pesaro e Urbino e rivolto a insegnanti ed operatori di biblioteca ma anche a qualsiasi persona interessata offrire un po’ del suo tempo per leggere ad alta voce in una delle Biblioteche del Sistema Cometa.

I quattro appuntamenti in programma vogliono far conoscere il progetto Nati per Leggere, i libri specifici per la fascia d’età da 0 a 6 anni, le tecniche espressive e l’uso della voce. La partecipazione è gratuita tuttavia chi prende parte al corso dovrà poi mettere a disposizione 15 ore in un anno per leggere ai bambini all’interno di biblioteche e altre strutture.

Il corso sarà condotto da Alessia Canducci, attrice e responsabile del progetto “Librillo, il virus della lettura”; il secondo incontro sarà tenuto da Valeria Patrignani, referente Nati Per Leggere Marche, insieme ai bibliotecari del Sistema CoMeta.

Programma dettagliato

  • Martedì 2 aprile, BiblioS – Biblioteca di Sant’Ippolito
    I colori della voce
  • Martedì 9 aprile, Biblioteca di Montemaggiore
    Il progetto Nati per Leggere
  • Martedì 16 aprile, BiblioS – Biblioteca di Sant’Ippolito
    Leggere e raccontare gli albi illustrati
  • Lunedì 22 aprile, Biblioteca di Montemaggiore
    Gesti, azioni e spazi della lettura

Le iscrizioni si possono effettuare direttamente nelle biblioteche di Sant’Ippolito, Montemaggiore al Metauro, Saltara, Serrungarina e Fossombrone, oppure contattando i bibliotecari: Fabio 3490689719, Laura 3339517382.